I BAROTRAUMI DELL'ORECCHIO MEDIO

E una patologia frequente e ben conosciuta dai subacquei. Si tratta di una difficoltà di compensazione della differenza di pressione che si realizza tra l'esterno e l'orecchio medio durante la discesa o durante la risalita. Il problema e provocato da un difetto di apertura della tuba di Eustachio, quel canale che mette in comunicazione il faringe con l'orecchio medio. Le cause sono tipicamente le infiammazioni delle vie aeree provocate da raffreddore o problemi simili. Il sintomo principale e il dolore, di solito cosi forte da impedire la prosecuzione della discesa. Questo dolore proviene dalla membrana del timpano che, superato il limite fisiologico di estensibilità, si danneggia e fà male. Il dolore e sempre segnale di un danno della membrana, per cui il subacqueo deve iniziare le manovre di compensazione prima che questo insorga.
Se l'estensione della membrana e eccessiva si può arrivare alla rottura della stessa. In questo caso il dolore scompare, perché le fibre non piu stirate tornano alla loro posizione ottimale, ma e possibile l'ingresso di acqua nell'orecchio medio, con rischio di vertigini e, successivamente, di infezioni.
Questa patologia deve essere prevenuta, sia con la cura delle patologie infiammatorie che con la rinuncia all'immersione in caso di problemi di questo tipo. L'abitudine a forzare la compensazione, anche grazie a particolari manovre, non va caldeggiata per un motivo ben preciso. Durante la discesa noi possiamo intervenire con la manovra di Valsalva o altri sistemi di compensazione sulla nostra difficoltà. In risalita, invece, l'uscita dell'aria in eccesso dall'orecchio medio avviene con un meccanismo autonomo, sul quale non possiamo intervenire. Se l'ostruzione della tuba e grave, (e sarà stata comunque aggravata dalle nostre manovre forzate e dal freddo dell'acqua), il rischio di rottura e maggiore.
Il barotrauma viene classificato in gradi, a seconda del danno visibile a livello della membrana timpanica. Si và da una semplice infiammazione della zona centrale all'interessamento dell'intera superficie fino, come detto, alla rottura. La terapia ed i tempi di guarigione dipendono dal grado della patologia. Il ritorno alle immersioni e relativo al danno subito ed alla corretta guarigione dello stesso.